IN ATTESA DI DEDICA

Nell'attesa della 27esima edizione di Dedica Festival, che si terrà dal 16 al 23 Ottobre 2021, ogni settimana vi suggeriremo la lettura di un libro di Paolo Rumiz, il protagonista dell'edizione 2021 della manifestazione letteraria internazionale e monografica pordenonese.

Questa settimana (08-Feb), vi proponiamo La secessione leggera. Dove nasce la rabbia del profondo Nord.

Editore Feltrinelli

Collana Universale economica

Formato tascabile

Brossura, 196 pp.

€ 8,50

ISBN 9788807887574

"La secessione è acqua passata? Può darsi. Intanto, basta sporgersi un attimo nell'immaginario del profondo Nord, guardare dentro il 'capannone' padano, per capire che una secessione è già avvenuta, da tempo. Nel mondo minore, quello dello sviluppo molecolare, c'è una parte della gente che ormai ragiona, sogna e protesta in modo diverso dal resto del Paese. In leggerezza, inavvertitamente, è cresciuto un uomo nuovo, e la secessione sta prima di tutto nella sua testa. È un distacco mentale dalla politica, dallo Stato, dalla Res Publica, persino da quel supremo bene comune che si chiama territorio. A questa nuova razza padana, alle sue rabbie e ai suoi spaesamenti, la Lega ha offerto mitologie, Berlusconi megafoni. La sinistra l'ha ignorata; e i risultati si vedono. La secessione leggera è un viaggio in questa identità bifronte, ricca e insicura, radicata al territorio eppur spaesata, solidale ma impaurita. È un viaggio attorno al Po che va oltre la politica e si immerge nella cultura - o nell'incultura - della provincia profonda. Sullo sfondo di questa ricerca le acque del Paese, i ponti, gli argini. Soprattutto il Grande Fiume, solidale e iracondo, ci dice che proprio al Nord il peggio e il meglio del Paese possono coesistere fino a fondersi e implodere in un 'estremismo di centro'." Paolo Rumiz

Rumiz compie un viaggio attraverso le mentalità, le tradizioni e i simboli del Nord (i fiumi, i campanili, i ponti ...) per ritrovare il senso della parola perduta e l'origine del successo della Lega. Scopre che tra noi è cresciuta silenziosamente una nuova figura, quella dello "spaesato", dell'uomo uscito dalla cultura di paese ma non ancora entrato in quella "globale", dell'uomo che non chiede risposte razionali ma simboli per radicarsi in uno spazio vitale. A questa vaga domanda di identità ha cercato di dare risposta il movimento di Bossi, che occupa un luogo immaginario, mitico, metaforico e simbolico prima che politico.

I libri di Paolo Rumiz sono disponibili presso la nostra libreria in Via Mazzini 64, Pordenone.

INDIRIZZO

Via Mazzini 64, 33170, Pordenone (PN), Italy

CONTATTI

Tel/Fax: (+39) 0434 27744

email: giavedonicornelionum@gmail.com

SOCIAL
  • Facebook - Black Circle
  • YouTube

©2020 Libreria Giavedoni | P. IVA IT01155960303 | Privacy | Cookies | Termini d'uso | Website by Anna Giavedoni